Regole nazionali per spostamenti e ripresa delle attività dal 18 maggio

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio in attuazione del Decreto Legge n.33 del 16 maggio 2020

N.B. Sono evidenziate le disposizioni in vigore dal 18 maggio.

1) I soggetti con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5° C) devono rimanere presso  il  proprio  domicilio, contattando il proprio medico curante;

2) L’accesso del pubblico ai parchi, alle  ville  e  ai  giardini pubblici è consentito con divieto   di assembramento e  distanza  di sicurezza interpersonale di almeno un metro;

Accesso dei minori  alle aree gioco è consentito,  anche assieme ai familiari o altre  persone  abitualmente conviventi o deputate alla loro cura, all’interno  di parchi, ville e giardini pubblici, per svolgere  attività  ludica  o ricreativa all’aperto nel rispetto delle linee guida del dipartimento per le politiche della famiglia di cui all’allegato 8;

3) Dal 15 giugno  e’  consentito  l’accesso  di bambini e ragazzi a luoghi destinati allo  svolgimento  di  attivita’ ludiche, ricreative ed educative, anche  non  formali,  al  chiuso  o all’aria aperta, con l’ausilio di operatori cui affidarli in custodia e  con  obbligo  di  adottare  appositi   protocolli   di   sicurezza predisposti in conformita’ alle linee guida del dipartimento  per  le politiche della famiglia di cui  all’allegato  8;

4) E’ consentito svolgere attività sportiva o attività  motoria all’aperto, anche presso  aree  attrezzate  e  parchi  pubblici ….. nel  rispetto  della   distanza   di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni  altra  attività  salvo  che  non  sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti;

5) A decorrere dal 25  maggio  2020 l’attività sportiva di base e l’attività motoria  in  genere svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi,  pubblici e privati, ovvero presso altre strutture ove  si  svolgono  attività dirette al benessere dell’individuo  attraverso  l’esercizio  fisico, sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

6) Lo svolgimento delle manifestazioni  pubbliche  e’  consentito soltanto in forma statica, a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le  distanze  sociali  prescritte  e  le  altre  misure  di contenimento, nel rispetto delle prescrizioni imposte dal questore …

7)  Sono sospese le attività di sale  giochi,  sale  scommesse  e sale bingo;

8) Fino al 14 giugno 2020 restano sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale  teatrali,  sale  da concerto, sale cinematografiche e in  altri  spazi  anche  all’aperto. Dal  15  giugno  2020,  detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e  distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia  per  gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori  per  spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.

8) L’accesso ai luoghi di culto avviene con misure  organizzative tali  da  evitare  assembramenti  di  persone, ………distanza tra  loro  di almeno un metro. Le funzioni religiose con  la  partecipazione  di  persone  si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni di cui agli allegati da 1 a 7;

9) Il servizio di apertura al pubblico dei musei  e  degli  altri istituti e luoghi della cultura ………… e’ assicurato a condizione….  fruizione contingentata ………. Il servizio e’ organizzato tenendo conto dei protocolli o linee guida adottati dalle regioni  o  dalla  Conferenza delle regioni e delle  province  autonome.

10) Sono sospese le attività di centri benessere, centri  termali (fatta eccezione per l’erogazione delle  prestazioni  rientranti  nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali e centri sociali;

11) Le  attività  commerciali  al  dettaglio  si   svolgono   a condizione  distanza interpersonale  di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato …………..;  le  suddette  attività devono svolgersi nel rispetto dei contenuti  di  protocolli  o  linee  guida ….. adottati  dalle  regioni  ……nel  rispetto  dei principi contenuti nei protocolli o nelle  linee  guida  nazionali;

12) Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui  bar,  pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie)sono consentite a condizione  che le regioni abbiano  preventivamente  accertato la compatibilità dello  svolgimento  delle  suddette  attività……  e che individuino i protocolli o le linee guida  ……………..  .

Resta  anche  consentita  la  ristorazione  con  consegna   a domicilio  ……….., nonché   la ristorazione con asporto ………………………   distanza interpersonale   di almeno un metro, il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali  e  il  divieto  di  sostare  nelle  immediate vicinanze degli stessi.

13) Le attività inerenti ai servizi alla persona (barbieri,parrucchieri) sono consentite a  condizione  che  le  regioni  …abbiano preventivamente accertato la compatibilita‘ dello  svolgimento  delle suddette attivita’ ………… e che individuino i protocolli o le linee  guida ………

14) E’ fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità  ovvero con  stati di immunodepressione congenita o  acquisita,  di  evitare  di  uscire dalla  propria  abitazione  o  dimora  fuori  dai  casi  di   stretta necessità;

15) Mascherinee’ fatto obbligo sull’intero territorio nazionale  di  usare  protezioni delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso accessibili al  pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in  cui non sia possibile garantire continuativamente il  mantenimento  della distanza di sicurezza. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al  di sotto dei sei anni, nonche’ i soggetti con forme di  disabilita’  non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti. [Possono essere utilizzate  mascherine di comunita’, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili,  anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort  e  respirabilita’, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento  al  di sopra del naso.]

Spostamenti da e per l’estero:

Dal  3  giugno  2020 non sono soggetti ad alcuna limitazione gli spostamenti da e per  Stati membri dell’Unione Europea; Stati parte dell’accordo di Schengen;  Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord;  Andorra, Principato di Monaco;  Repubblica di San Marino e Stato della Citta’ del Vaticano.

DPCM 17 maggio e relativi allegati 

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.