consegna a domicilio

Per la consegna a domicilio di pizza e pasti, un’ora in più

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, con l’Ordinanza n. 39 di oggi, 25 aprile, ha modificato anche la parte della precedente n. 37 del 22 aprile relativa al servizio a domicilio di bar, pasticcerie, ristoranti e pizzerie che comincerà  lunedì 27 aprile.

In sintesi, le modifiche riguardano soprattutto l’attività serale di ristoranti e pizzerie; la possibilità di ordinare anche di notte ai bar di strutture all’ingrosso in attività; la consegna a domicilio di gastronomia da parte di salumerie, panifici e altri negozi di alimentari.  

Ecco il testo dell’articolo 3.

A parziale modifica dell’Ordinanza n.37 del 22 aprile 2020, dal 27 aprile 2020 e fino al 3 maggio 2020, sono consentite le attivita’ e i servizi di ristorazione – fra cui pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie- con la sola modalità di prenotazione telefonica ovvero online e consegna a domicilio nel territorio comunale, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi e salvo quanto previsto al successivo punto 4, con i seguenti orari: 

–  quanto ai bar, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie, gastronomie, tavole calde e similari, dalle ore 7,00 e con possibilità di effettuare l’ultima corsa di consegna alle ore 14,00; [testo praticamente uguale al precedente con la sola precisazione:  il fattorino per l’ultima cosa deve partire entro le ore 14]

fanno eccezione gli esercizi presenti all’interno di strutture di vendita all’ingrosso che osservano orari notturni di esercizio, per i quali è consentita l’attività dalle ore 02,00 alle ore 8,00, sempre con divieto di somministrazione al banco e con consegna su chiamata; 

quanto ai ristoranti e pizzerie, dalle ore 16,00 e con possibilità di effettuare l’ultima corsa di consegna alle ore 23,00. [nell’Ordinanza  n. 37, il servizio di consegna era autorizzato fino alle ore 22].  Negli orari di cui ai precedenti punti non è computato il tempo necessario alle operazioni di pulizia e organizzazione dell’attività, anteriori e successive alla stessa, da svolgersi ad esercizio chiuso. 

E’ fatto obbligo, agli esercenti ed operatori impegnati nelle attività … e agli utenti, di osservare le misure di sicurezza e precauzionali prescritte nel documento Allegato sub 2 [alcune modifiche apportate alla precedente Ordinanza 37 riguardano solo il gestore (vedi allegato)]

[Per la consegna, l’allegato alla Ordinanza n. 39 conferma che ““il fattorino dovrà indossare i dispositivi di protezione individuale, cioè mascherina e guanti monouso; il destinatario della consegna dovrà indossare mascherina e guanti monouso in caso di pagamento in contanti. Nel caso di pagamento on line la consegna potrà essere effettuata lasciando il prodotto all’esterno del domicilio del destinatario che potrà ritirarlo quando il fattorino si sarà allontanato“.]

Per la durata di vigenza della presente ordinanza resta vietata la vendita al banco di prodotti di rosticceria e gastronomia da parte delle salumerie, panifici e altri negozi di generi alimentari. Resta consentita la vendita con consegna a domicilio dei prodotti opportunamente confezionati e con obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di cui all’art.16 del decreto legge n.18/2020 da parte degli addetti alle consegne [Non sono indicati gli orari] 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.