Non è vietato fare la spesa in un altro comune

Ci viene posto un quesito, che in queste ore è uno dei più frequenti: si può fare la spesa in un altro comune?

Il DPCM 26/04/2020 prevede all’art.1 che dal 4 maggio: “a) sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute e si considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie”.

Non sussiste più il divieto di recarsi in altro comune al di fuori di quello di residenza ma non ci si può recare al di fuori della regione, se non per comprovati motivi o necessità.

Pertanto, è possibile spostarsi al di fuori del proprio Comune anche per fare la spesa ma sempre con il criterio della “necessità” che deve risultare dall’autocertificazione.

Nel territorio della Regione Campania l’Ordinanza n.15 del 13 marzo stabiliva che:

“sono considerate situazioni di necessità quelle correlate ad esigenza primarie delle persone, per il tempo strettamente indispensabile e degli animali d’affezione per il tempo strettamente indispensabile e comunque in aree contigue alla propria residenza,domicilio e dimora”.

A seguito dell’introduzione delle nuove norme del DPCM tale normativa appare superata.

 

Sandra Sandrucci
presidente di Altrabenevento 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.