Librerie e cartolerie chiuse. Abbigliamento per bimbi aperto per due giorni.

IN CAMPANIA LE LIBRERIE E LE CARTOLERIA RESTANO CHIUSE – LIMITATA A DUE GIORNI LA VENDITA DEI VESTITI PER BAMBINI.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri pubblicato l’11 aprile ha confermato le norme già in vigore per lo stato di emergenza da Covid. Con lo stesso decreto è prevista, in aggiunta a quelle già consentite, l’attività di vendita delle librerie, delle cartolerie e dei negozi  di vestiti per bambini e neonati (v.All.1 DPCM) 

https://www.gazzettaufficiale.it/do/atto/serie_generale/caricaPdf?cdimg=20A0217900100010110001&dgu=2020-04-11&art.dataPubblicazioneGazzetta=2020-04-11&art.codiceRedazionale=20A02179&art.num=1&art.tiposerie=SG

Con lo stesso provvedimento viene stabilito che gli esercizi commerciali la cui attivita’ non e’ sospesa  ai sensi del presente decreto sono tenuti ad assicurare,  oltre alla distanza interpersonale di un metro, che gli ingressi  avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno  dei locali piu’ del tempo necessario all’acquisto dei beni. Si raccomanda altresi’ l’applicazione delle misure di cui all’allegato 5″; 

L’allegato indica: 

  1. Mantenimento in tutte le attività e le loro fasi del distanziamento interpersonale. 
  2. Garanzia di pulizia e igiene ambientale con frequenza almeno due volte giorno ed in funzione dell’orario di apertura. 
  3. Garanzia di adeguata aereazione naturale e ricambio d’aria.
  4. Ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani. In particolare, detti sistemi devono essere disponibili accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento. 
  5. Utilizzo di mascherine nei luoghi o ambienti chiusi e comunque in tutte le possibili fasi lavorative laddove non sia possibile garantire il distanziamento interpersonale.
  6. Uso dei guanti “usa e getta” nelle attività di acquisto, particolarmente per l’acquisto di alimenti e bevande. 
  7. Accessi regolamentati e scaglionati secondo le seguenti modalità: a) attraverso ampliamenti delle fasce orarie; b) per locali fino a quaranta metri quadrati può accedere una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori; c) per locali di dimensioni superiori a quelle di cui alla lettera b), l’accesso è regolamentato in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita. 
  8. Informazione per garantire il distanziamento dei clienti in attesa di entrata.

 Con l’Ordinanza n.32 del 12 aprile 2020 il Presidente della Regione Campania ha  confermato fino al 3 maggio tutte le misure adottate con le precedenti ordinanze, prevedendo ulteriormente quanto segue :

In tema di trasporto pubblico locale “E’ fatto obbligo di adozione dei dispositivi di protezione individuale per il personale a bordo e per i passeggeri. E’ fatto obbligo di frequenti sanificazioni dei mezzi;”

“d) il commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, articoli di cartoleria e libri è sospeso, ad eccezione di quello già esercitato nelle edicole, negli ipermercati e nei supermercati, nelle tabaccherie, nonché dalla grande distribuzione multimediale e via internet;

e) il commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati è consentito nelle mattinate del martedì e del venerdì con orario 8,00-14,00. Nella settimana del 1 maggio 2020, l’apertura è consentita nelle mattinate del martedì e del giovedì, secondo l’orario sopra indicato.”.

                                                                                                                                     Sandra Sandrucci
presidente di Altrabenvento

Link: DPCM 10 aprile 2020  https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/04/11/20A02179/sg

Link Regione Campania:  http://www.regione.campania.it/regione/it/la-tua-campania/coronavirus-kyxz/ordinanze-del-presidente-della-regione-campania

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.