In Campania regole diverse da quelle nazionali per spostamenti e ripresa delle attività dal 18 maggio

Pubblicata nella notte l’Ordinanza n.  48 del presidente della Regione Campania che stabilisce nuove regole per gli spostamenti e la ripresa delle attività da oggi, 18 maggio, in deroga a quelle definite dal Presidente del Consiglio dei Ministri con il DPCM del 17 maggio.

Per comprendere il contenuto delle singole disposizioni bisogna leggere le singole Linee Guide e gli allegati che sono indicati alla fine di questo articolo.

“A decorrere dal 18 maggio 2020 e fino al 31 luglio 2020 …..  su tutto il territorio regionale si applicano le seguenti disposizioni.

  1. Disposizioni in tema di attività produttive e commerciali e dei servizi.

1.1. Sull’intero territorio regionale:

a) è consentita la riapertura delle attività inerenti ai servizi alla persona, ivi compresi i parrucchieri, i barbieri e i centri estetici, con obbligo di puntuale osservanza delle prescrizioni contenute nelle Linee Guida di cui al Documento allegato n.1 alla presente Ordinanza;

b) è consentita la riapertura delle attività commerciali al dettaglio, con obbligo di puntuale osservanza delle prescrizioni contenute nelle Linee Guida di cui al Documento allegato n.2 alla presente Ordinanza;

c) ferma la possibilità di esercizio dell’attività con consegna a domicilio e con modalità da asporto ……..: a far data dal 18 maggio 2020, è consentito ai bar l’esercizio dell’attività al banco, nel rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro ….. con divieto di consumazione al tavolo; a far data dal 21 maggio 2020, è consentita la ripresa delle attività in loco, con obbligo di puntuale osservanza delle prescrizioni contenute nelle Linee Guida di cui al documento allegato n.3 alla presente Ordinanza;

d) resta consentito l’esercizio delle attività mercatali, limitatamente a quelle di vendita di generi alimentari, nel rispetto delle prescrizioni di cui alle Linee guida ………………. Le attività relative alle categorie merceologiche diverse da quelle sopra indicate restano sospese fino al 20 maggio 2020, ……………….

e) è consentita la riapertura dei musei, biblioteche ed altri luoghi di cultura, con obbligo di puntuale osservanza delle prescrizioni contenute nelle Linee Guida di cui al documento allegato n.4 alla presente Ordinanza;

f) per le ulteriori attività economiche, ivi comprese le attività ricettive non alberghiere e balneari, [ristoranti, pizzerie, ecc] …….. ripresa in sicurezza delle attività entro il 25 maggio 2020;

g) è raccomandato alle aziende e alle amministrazioni, pubbliche e private, il massimo ricorso allo smart working …………

h) l’attività di tirocinio extracurriculare e di laboratori tecnico-pratici è svolta preferibilmente a distanza…. ;.

Al fine di agevolare la fruizione dilazionata dei servizi e delle attività commerciali, l’apertura degli esercizi commerciali e delle altre attività di cui al precedente punto 1.1.) è consentita, in deroga ad eventuali disposizioni più restrittive, dalle ore 7,00 alle ore 23,00 e senza obbligo di chiusura domenicale, fatto salvo il rispetto della normativa a tutela dei lavoratori dipendenti.

  1. Disposizioni in tema di trasporti. [Disposizioni per i gestori, vedi punto 2 dell’Ordinanza]
  2. Disposizioni in tema di ingressi e rientri nel territorio regionale.
    A tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni d’Italia o dall’estero, che faranno ingresso nel territorio regionale, fino al 2 giugno 2020 è fatto obbligo, salvo che l’arrivo sia motivato da comprovate esigenze lavorative (spostamenti da e per il luogo di lavoro) o da comprovati e certificati motivi di salute: – di comunicare l’arrivo alla ASL, al Comune…. al proprio medico ; di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo ………….
  1. Disposizioni in tema di accesso alle Isole del Golfo. [vedi punto 4 della Ordinanza]

 

5. Disposizioni in tema di attività motoria e sportiva.

E’ consentito lo svolgimento di attività motoria e sportiva all’aperto, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, purchè nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività ….. (tranne) accompagnatore per i minori o per le persone non autosufficienti …persone appartenenti al medesimo nucleo familiare convivente.

Per l’attività motoria è obbligatorio l’uso della mascherina; per l’attività sportiva, ove incompatibile con l’uso della mascherina, è fatto comunque obbligo di portarla con sé e di indossarla ove ci si trovi in prossimità di altre persone.

L’esercizio dell’attività sportiva sul lungomare, nelle ville, nei giardini e parchi pubblici e aperti al pubblico è consentito dalle ore 5,30 alle ore 8,30, a meno non si tratti di spazi destinati dai Comuni all’esclusiva fruizione da parte degli sportivi, nel qual caso è consentito senza limiti di orario o secondo gli orari previsti nei relativi provvedimenti comunali; nonché, senza limiti di orario, nelle altre aree pubbliche o aperte al pubblico, comunque nel rispetto del divieto di assembramenti.

L’attività sportiva ….di discipline che consentono il rispetto della prescritta distanza interpersonale (quali tennis, ginnastica, pattinaggio) è limitata all’uso degli spazi all’aperto …. ,

Resta ferma, fino al 25 maggio 2020, la chiusura delle piscine e delle palestre.

– sono consentite le attività sportive, anche agonistiche, purchè in assenza di pubblico, svolte in strutture autorizzate all’aperto su ampi spazi (golf, motociclismo, equitazione, ippica), nel rispetto delle misure precauzionali …………….

6.Obbligo di utilizzo delle mascherine nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, all’aperto e al chiuso  del territorio regionale.

Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonche’ i soggetti con forme di disabilita’ non compatibili con l’uso continuativo della mascherina. In tali ultimi casi, laddove possibile, ne è comunque raccomandato l’utilizzo sotto stretta sorveglianza dei soggetti all’uopo titolati.

Per quanto non espressamente derogato dal presente provvedimento, è fatto salvo quanto previsto dal DPCM 17 maggio 2020.

 

Presidente della Regione Campania- ordinanza-n-48-del-17-maggio-2020

allegato-1-protocollo-regione-campania-servizi-alla-persona

allegato-2-protocollo-regione-campania-commercio-al-dettaglio-v

allegato-3-protocollo-regione-campania-ristorazione-e-bar

allegato-4-protocollo-regione-campania-musei-archivi-biblioteche

DPCM_17-5-2020

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.