Come muoversi dal 4 maggio, tra norme nazionali e regionali spesso contrastanti.

Comincia oggi la cosiddetta Fase 2 ma le regole dettate dal Governo e dalla Regione sono confuse e ancora in evoluzione.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile prevede alcune modifiche per gli spostamenti finora autorizzati.

In sintesi: sono confermati i divieti di assembramento; sono vietate le feste e le cerimonie religiose e civili; è possibile rientrare a casa da altre Regioni; è possibile incontrare anche i congiunti; fare attività motoria e attività fisica all’aperto; ritirare direttamente pizze, pasti, prodotti da bar e pasticceria. Le mascherine sono obbligatorie nei luoghi chiusi e sui mezzi di trasporto.

Anche il Presidente della Regione Campania ha stabilito ulteriori regole con le ordinanze n. 41 del 1°maggio e n. 42 del 2 maggio, che in diversi casi sono in contrasto con quelle nazionali.

Ad esempio: l’attività motoria è possibile con l’obbligo di mascherina e distanza di due metri ; l’attività fisica solo dalle ore 6,00 alle 8,30 con mascherina solo se si incrociano altre persone.

Nella tabella che segue sono inserite per le diverse voci, le norme del Governo e quelle della Regione  che però sono in evoluzione.

Per questo motivo la tabella sarà continuamente aggiornata.

Sandra Sandrucci- presidente di Altrabenevento

RiferimentoDecreto Presidente Consiglio dei Ministri 26 aprileOrdinanze Presidente Regione Campania n. 41 del 1 maggio e n. 42 del 2 maggio
PeriodoDal 4 maggio al 17 maggioDal 4 maggio al 10 maggio (prorogato al 17 maggio)
Norma generaleArt. 1 - sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute

(Condizioni di necessità sono anche gli acquisti di tutti i prodotti nei negozi autorizzati alla vendita)
Visita ai CongiuntiSi possono incontrare

- si considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie

Congiunti: coniugi, i partner conviventi, i partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, nonché i parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge).
AutocertificazioneScarica il Modello aggiornato
Spostamenti tra RegioniConsentiti ma solo per lavoro, salute, assoluta urgenza

- è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute;
Consentiti ma solo per lavoro, salute, assoluta urgenza e con prescrizioni

Restano consentiti gli arrivi nel territorio regionale e sulle isole del golfo di Napoli da altre regioni italiane e dall'estero — ove consentito dalle vigenti disposizioni statali- che siano motivati da comprovate esigenze di lavoro (spostamenti da e per il luogo di lavoro), di assoluta urgenza, ovvero per motivi di salute.

A tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni d'Italia o dall'estero, che faranno ingresso nel territorio regionale, è fatto obbligo, salvo che l'arrivo sia motivato da comprovate esigenze lavorative (spostamenti da e per it luogo di lavoro) o da comprovati e certificati motivi di salute:
- di comunicare l'arrivo al Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente, al Comune di residenza, domicilio o dimora di destinazione, nonchè al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta, ove appartenenti at Servizio Sanitario della Regione Campania;

- di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall'arrivo, con divieto di contatti sociali;
- di osservare il divieto di spostamenti e viaggi;

- di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attivita di sorveglianza;
- in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente it Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente e il proprio medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta ove appartenenti at Servizio Sanitario regionale della Regione Campania, per ogni conseguente determinazione.


A tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie di Napoli, Salerno, Benevento, Caserta e presso le altre …, con treni che effettuano collegamenti interregionali, ovvero ai caselli autostradali, all'aeroporto o negli altri punti di accesso al territorio regionale è fatto obbligo di:

- sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea, e in caso di temperatura pari o superiore a 37,5 °C, a test rapido Covid-19 secondo le modalità organizzate presso le singole stazioni, caselli o altri luoghi, in conformità a quanto previsto con il presente provvedimento;
- autocertificare il luogo ove sarà osservato l'isolamento domiciliare, ove lo spostamento non sia motivato da esigenze lavorative o motivi di salute e in ogni caso il luogo di destinazione, nonchè l'impegno a restare disponibile per ogni necessario controllo da parte del SSR.
Rientro nel proprio domicilio Consentito

-è in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;
AssembramentiAssolutamente vietati assembramenti, feste pubbliche e private

- è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici e privati; il sindaco può disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti il rispetto di quanto previsto dalla presente lettera;
Anziani e soggetti fragiliSi raccomanda di non uscire

- è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità;
Soggetti sintomaticiEvitare contatti

- i soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) devono rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante;
Positivi e in quarantenaAssoluto divieto di uscire

-è fatto divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus
Accesso a parchi e giardini Consentito ma rimangono chiuse le aree gioco per i bambini

- l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici è condizionato al rigoroso rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro; il sindaco può disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare altrimenti il rispetto di quanto previsto dalla presente lettera;
- le aree attrezzate per il gioco dei bambini sono chiuse;
Attività ludico ricreativa all'apertoVietate

- non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto;
Attività motoriaConsentita

- è consentito svolgere individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, attività motoria, distanza un metro;

(N.B. non è più prevista la prossimità alla propria abitazione.
Non è previsto l'uso della mascherina)
Consentita con mascherina obbligatoria e distanza di 2 metri. Eliminata la prossimità alla abitazione.

- E’ consentito svolgere attività motoria all’aperto, ove compatibile con l’uso obbligatorio della mascherina (dispositivo di protezione individuale di cui all’art.16 del decreto legge n.18/2020), in forma individuale, ovvero con accompagnatore, per i minori e le persone non autosufficienti, comunque con obbligo di distanziamento di almeno due metri da ogni altra persona- salvo che si tratti di soggetti appartenenti allo stesso nucleo convivente, ovvero di minori o di persone non autosufficienti.

- Sono esentati dall’obbligo di utilizzo della mascherina i minori fino a sei anni d’età e le persone con patologie non compatibili con l’uso della stessa.

N.B. Non è più previsto l'obbligo di rimanere vicino casa
Attività sportivaConsentita

- È consentita l'attività sportiva purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri
(N.B. non è più prevista la prossimità alla propria abitazione)
Consentita solo al mattino

- Nella fascia oraria dalle ore 6,00 alle ore 8,30, è consentito, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, svolgere attività sportiva – ivi compresa corsa, footing o jogging- nei limiti consentiti dalle vigenti disposizioni statali, in forma tassativamente individuale, senza obbligo di indossare la mascherina, ma con obbligo di portarla con sé e di indossarla nel caso in cui ci si trovi in prossimità di altre persone.

N.B. Non è previsto l'obbligo di rimanere vicino casa.
Cerimonie civili e religioseSono sospese
le cerimonie civili e religiose;
Luoghi di cultoApertura condizionata

- l'apertura dei luoghi di culto è condizionata all'adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.
FuneraliConsentiti con massimo 15 persone

- sono consentite le cerimonie funebri con l'esclusiva partecipazione di congiunti e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all'aperto, indossando protezioni delle vie respiratorie e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
Visite in ospedaleLimitate da disposizioni della direzione

- l'accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione;
Servizio Bar e pasticcerie, Pizzerie Ristoranti Consentiti consegna a domicilio e asporto

- sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

-Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto,

- nonché la ristorazione con asporto fermo restando l'obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, il divieto di consumare i prodotti all'interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi
Consentiti consegna a domicilio e asporto con obbligo di prenotazione

- Sono consentite, senza i limiti di orario e senza limitazioni di consegna al di fuori del territorio comunale, le attivita di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), con la sola modalita di prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi ….

- è altresì consentita, da parte dei medesimi esercizi di cui al punto precedente, la vendita con asporto, con divieto di consumare i prodotti all'interno dei locali e nelle immediate vicinanze degli stessi e nel tassativo rispetto delle seguenti, ulteriori misure:
1) che il servizio venga svolto sulla base di prenotazione telefonica o on line;
2) che il banco per la consegna degli alimenti sia collocato all’ingresso dell’esercizio commerciale e con addetto dedicato;
3) che, sotto la responsabilità dei gestori, venga assicurato l’adeguato distanziamento sociale, di almeno un metro, tra gli utenti in attesa e tra questi ed eventuali riders impiegati per la consegna a domicilio;
4) che sia assicurato l’utilizzo delle mascherine da parte degli utenti e l’utilizzo di mascherine e guanti da parte del personale.
Uso delle MascherineObbligatorie nei luoghi chiusi e sui mezzi di trasporto

- è fatto obbligo sull'intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza.
Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.
Obbligatorie nelle aree pubbliche, anche aperte.

- E' fatto obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale …. (cd. mascherine) nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico del territorio regionale. Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonchè i soggetti con forme di disabilita' non compatibili con l'uso continuativo della mascherina. In tali ultimi casi, laddove possibile, ne è comunque raccomandato l'utilizzo sotto stretta sorveglianza dei soggetti all'uopo titolati.
Auto produzione delle Mascherine Consentita

- possono essere utilizzate mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.