Reddito di Emergenza, chi può chiederlo e come

 Da 400 a 840 euro per nuclei familiari in condizioni di necessità

L’art.82 Decreto Legge n.34 del 19 maggio 2020 “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” prevede un Reddito di Emergenza, in sigla REM, destinato a nuclei familiari in condizione di necessità:

Requisiti:   
a) residenza in Italia; 

b) valore reddito familiare percepito, secondo il principio di cassa,  nel  mese  di  aprile  2020, inferiore al REM ottenibile (minimo € 400,00, max.  840,00);   

c)   valore del patrimonio mobiliare familiare  secondo normativa ISEE anno 2019 inferiore a € 10.000,  soglia accresciuta  di euro 5.000 per ogni componente successivo  al  primo  e  fino  ad  un massimo di euro 20.000,  massimale incrementato  di 5.000 euro in caso di presenza nel nucleo familiare di un  componente in condizione di disabilita’ grave  ai  fini   ISEE; 

d) ISEE inferiore ad euro 15.000; 

Condizioni:

  • nessun componente nucleo con indennità € 600,00 decreto Cura Italia (D.L.18/20) o con diritto a nuova indennità sostitutiva 600 euro  o nuova indennità lavoratori domestici artt. 84 e 85 D.L. Rilancio;
  • nessun componente con pensione (eccetto assegno ordinario di invalidità), con reddito da lavoro dipendente superiore al REM o con reddito di cittadinanza;  

Importi:

  • 2 quote mensili da un minimo di Euro 400,00 a nucleo familiare, a un massimo di Euro 840. La quota base  pari a 400 euro, moltiplicata per il corrispondente  parametro  della  scala  di equivalenza prevista per il reddito di cittadinanza  fino ad un massimo di  2 (800), ovvero fino ad un massimo di 2,1 (840) nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizioni di disabilita’  grave  o  non autosufficienza come definite ai fini ISEE. 

Esclusi dal nucleo familiare ai fini del computo del beneficio:  soggetti in stato detentivo; soggetti lungodegenti a totale carico dello Stato o di altro Ente pubblico. 

Erogato: Dall’INPS

Si richiede: direttamente, tramite modello di domanda da predisporre e presentare tramite questo link https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=53718 
oppure – attraverso i CAAF e i i PATRONATI  

Termine per la presentazione della domanda: Entro il 30/06/2020

Avv. Maurizio Zeoli- Codacons

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.