debiti carte

Mancati pagamenti: con emergenza nessuna responsabiltà

I debitori non hanno responsabilità per mancati pagamenti se dovuti  all’emergenza. 

Interessante norma quella introdotta con l’art.91 del D.L. n.18/2020. Essa prevede: “All’articolo 3 del decreto –  legge 23 febbraio 2020, n. 6, convertito con modificazioni dalla legge 5 marzo 2020, n. 13, dopo il comma 6, e’ inserito il seguente: “6-bis. Il rispetto delle misure di contenimento di cui presente  decreto e’  sempre  valutata  ai fini dell’esclusione, ai sensi e per gli effetti  degli articoli 1218 e 1223 c.c., della responsabilita’ del  debitore, anche relativamente all’applicazione di eventuali decadenze o penali connesse a ritardati o omessi adempimenti.”. 

In parole più semplici, il debitore che a causa degli obblighi e dei divieti connessi all’ emergenza (quella che in gergo è chiamata fase 1)  non abbia potuto pagare un debito (rate in scadenza per mutui, prestiti ecc.ecc.) non può essere considerato responsabile e quindi non decade dai benefici o non incorre in penali dovute per ritardati o omessi pagamenti. 

Ad esempio, chi ha in corso un pagamento a rate per un qualunque acquisto, nel caso in cui a causa delle misure di contenimento (ad esempio per la chiusura della sua attività commerciale determinata dai provvedimenti governativi e regionali in tema di covid 19) non paghi le rate in scadenza,  non potrà mai essere dichiarato decaduto dal beneficio dell’adempimento rateizzato .

Se l’inadempimento è dovuto a tale ragione il creditore, inoltre, non potrà pretendere penali, interessi moratori, danni da inadempimento o ritardo per tutto il tempo in cui rimarranno in vigore i provvedimenti che impediscono di uscire di casa, di aprire il proprio negozio o, comunque, di espletare l’attività con cui abitualmente il debitore produce il proprio reddito.

Maurizio Zeoli
Codacons 

Fonti

Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/03/17/20G00034/sg

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.