Dal 7 gennaio in Italia scuole aperte (tranne le superiori) ma in Campania riaprono, forse, in 3 settimane.

Attività didattica in presenza dall’11 gennaio per infanzia, prima e seconda elementare; dal 18 gennaio per terze, quarte e quinte elementari; dal 25 per medie e superiori.

Per il Governo: dal 7 gennaio, attività didattica in presenza per infanzia, elementari e medie; le superiori al 50% dall’11 al 16 gennaio.

Il Decreto Legge n. 1 del 5 gennaio 2021 richiama il DPCM 3 dicembre che prevede l’attività didattica in presenza delle scuole materne, elementari e medie dal 7 gennaio.

Per le superiori dispone: “Dal giorno 11 gennaio 2021 al 16  gennaio  2021  le  istituzioni scolastiche secondarie di secondo  grado  adottano  forme  flessibili nell’organizzazione dell’attivita’ didattica ….  garantendo almeno al 50 per cento della popolazione  studentesca delle predette istituzioni  l’attivita’  didattica  in  presenza.  La restante parte dell’attivita’ didattica, e’ svolta tramite il ricorso alla didattica a distanza.

In Campania, dovrebbero tornare in classe:

  • dall’11 gennaio i bambini dell’infanzia, prima e seconda elementare;

  • dal 18 gennaio quelli delle classi terza, quarta e quinta  elementare;

  • dal 25 gennaio gli studenti delle medie e delle superiori.

Così dispone il Presidente della Regione Campania con la Ordinanza n. 1 del 5 gennaio

“Fatta salva la sopravvenienza di ulteriori provvedimenti in conseguenza dell’evoluzione del contesto epidemiologico, con riferimento al territorio della regione Campania:

  • nei giorni 7, 8 e 9 gennaio 2021 , restano sospese le attività didattiche in presenza dei servizi educativi e della scuola dell ‘ infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni), della prima e della seconda classe della scuola primaria e delle pluriclassi della scuola primaria che comprendano la prima e/o la seconda;
  •  con decorrenza dal 7 gennaio 2021 e fino al 17 gennaio 2021, restano sospese le attività didattiche in presenza delle classi della scuola primaria diverse dalla prima e dalla seconda;
  • con decorrenza dal 7 gennaio 2021 e fino al 24 gennaio 2021, restano sospese le attività didattiche in presenza della scuola secondaria di primo e secondo grado, dei laboratori scolastici e le attività in presenza di formazione, anche diversa da quella scolastica.

Il Presidente De Luca chiarisce che “è demandato alle AA.SS.LL. territorialmente competenti il monitoraggio dell’andamento dei contagi e la comunicazione ai Sindaci dei dati di rispettivo interesse. E’ consentito ai Sindaci, sulla base di situazioni di peculiare criticità accertate con riferimento ai territori di competenza, l’adozione di provvedimenti di sospensione delle attività in presenza o di altre misure eventualmente necessarie. Resta demandata ai dirigenti scolastici la verifica delle ulteriori condizioni, anche relative al personale in servizio, per l’ esercizio in sicurezza dell’attività didattica in presenza”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.